Le Ocarine

quando chi scrive è un'oca


2 commenti

L’oca alla radio (1)

Robert Capa, Tour de France, luglio 1939 © Robert Capa

Robert Capa, Tour de France, luglio 1939 © Robert Capa

C’era una volta un’Ocarina in chat, ebbe quella la bella idea di dare l’indirizzo di questo blog a un estraneo conosciuto online. Il tizio disse: “Tanta roba, che ce faccio? Che la devo legge? Te lascio il cellulare che facciamo prima, così me spieghi quello che ci sta scritto”. Allora l’Oca fu sul punto di usare le cattive maniere, e la storia racconta che le usò davvero, ma non è questo il punto. La questione si sciolse quando fu chiamata in causa una differente Oca affinché il nuovo bipede da blog potesse leggere quello fin qui scritto e farne degli appuntamenti settimanali di questo sito.

Nasce così la rubrica “L’Oca alla radio”, laddove anziché starnazzare come Oche scriventi nell’aia virtuale, ci affidiamo a una valida e bella voce per fare il sunto, il punto e l’appunto agli articoli finora qui pubblicati, affinché quella vi tenga  maggiore o  diversa compagnia.

Sulla barra laterale potete trovare il link diretto alla sezione L’Oca alla radio, oppure potete rintracciare tale categoria nello scaffale presente nel menù in alto, esattamente in questa sede.

E infine il testo narrato, ma soprattutto QUI SI ESIBISCE L’OCA ALLA RADIO. 

Che ne dite? Vi pare una buona idea?

Ringraziamo l’Oca narrante alla radio e vi auguriamo un buon ascolto.